Mondo Risparmio apre il suo primo negozio a Pistoia nel 2013, per poi espandersi fino ad arrivare ad oggi a 8 negozi nel nord della Toscana, assumendo, tra gli altri una buona percentuale di italiani, segno questo di una completa integrazione dei fratelli Jhonny e Tony Yang, di chiari origini cinesi ma naturalizzati italiani, hanno infatti trascorso metà della loro vita in Italia, essendosi trasferiti circa 17 anni or sono
Già nel 2014 i titolari dell’azienda, si legano ad un iniziativa benefica degna di lode, e da li nasce l’operazione “W la scuola” dove, nello specifico, vennero donati 30.000,00 euro a 7 istituti Comprensivi del Comune di Pistoia.
Molte altre iniziative benefiche hanno contraddistinto negli anni i titolari di Mondo Risparmio, per citarne alcune, la sponsorizzazione degli ultimi due anni della Befana di Piazza del Duomo organizzata dai Vigili del Fuoco di Pistoia, sempre con i Vigili, negli anni successivi hanno sponsorizzato, sponsorizzazione ancora in corso, Casa sicura, andando sempre avanti notevole il loro impegno con l’Associazione Spalti nello spettacolo annuale “Metti una sera contro la Sla” di scena al Teatro Manzoni.
Arrivando ad oggi e all’impegno che i fratelli Yang, in collaborazione con il portale di vendita all’ingrosso www.jtoo,com, di beneficiare l’aziende Ospedaliere di Pistoia e Prato. Ma come nasce la voglia di donare 30.000,00 euro ?
Nel 2014, un grave incidente occorso ad alcuni dipendenti dell’azienda, costringe tutti i coinvolti ad essere ricoverati all’Ospedale di Pistoia, ricevendo attenzioni degne di note positive, sia nel periodo di degenza che nei successivi controlli, fortunatamente tutti i coinvolti sono adesso al lavoro a Mondo Risparmio.
Il secondo episodio, colpisce direttamente la famiglia di Tony e Jhonny , il padre, Motore dell’Azienza, fortemente motivato nella realizzazione del progetto Mondo Risparmio, nel 2010 viene colpito da una terribile malattia che non gli ha lasciato scampo, durante questo periodo, affermano i fratelli Yang, hanno potuto constatare, con quanta professionalità i medici e il personale infermieristico dell’0spedale, di Prato in questo caso, hanno prestato la loro assistenza al genitore, senza lasciare niente d’intentato.purtroppo è deceduto nel 2016

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0